vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Lemie appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

I Marghè 'dla Val d'Ovarda - Personaggi Storici di Lemie

Nome Descrizione
Presidente Raffaela Bel Fiore
Responsabile Valter Boninsegna
Organigramma Segretario: Giovanna Bajetto
Revisore dei conti: Alberto Gallo
Consiglieri: Maria Ausilia Balduzzi, Amelia Campassi
L'Associazione "I marghè 'dla Val d'Ovarda - Personaggi Storici di Lemie" nasce nel gennaio 2005. Precedentemente le rievocazioni in costume rappresentavano scene di vita dei "muandè".
La tradizione
"Per tutto il XIX secolo, ed anche nei primi decenni del XX, la povera economia delle alte Valli di Lanzo era rivitalizzata dalle transumanze; con l'approssimarsi dell'estate i marghè lasciavano la pianura dove avevano svernato per raggiungere i pascoli in alta montagna. I rintocchi dei rodon (campanacci) al collo delle reine (regine - capomandria) risuonavano nel silenzio del fondovalle al passaggio delle mandrie e dei greggi per i paesi e le frazioni. Incontrati amici e conoscenti, con i quali si scambiavano informazioni e piccoli doni, i marghè si avviavano lungo ripide mulattiere attraverso i boschi fino a raggiungere i pascoli e le loro muande (baite in pietra a secco con copertura a lose). Gli animali estenuati dal lungo viaggio potevano finalmente pascersi delle succulente erbe delle pasture d'alta quota. Qua e là nel verde spiccavano i colori dei fiori bellissimi e rari: l'arancio intenso dei gigli di San Giovanni, il viola screziato dei gigli martagoni, il blu delle genzianelle e dei rododendri, botton d'oro, stelle alpine ed erbe officinali ed aromatiche che, con i frutti del bosco, andavano ad allietare ed arricchire le monotone mense dei pastori: polenta e berlait (siero del latte). Dopo qualche settimana di permanenza in alpeggio, la quarta domenica di luglio i marghè scendono in paese, indossando gli abiti della festa tirati a lustro, devono far visita al sindaco portando in dono le primizie dei loro prodotti, poi salgono alla chiesa parrocchiale. L'occasione è stata scelta per celebrare il matrimonio della figlioccia dei marghè; anche i Lemiesi hanno tirato fuori dalle loro madie e dai birò gli abiti delle feste. Valligiani e marghè sono attesi sul sagrato della chiesa dal prevosto, dalla sposa, la suocera futura, la madre, dalle madrine di matrimonio, sorella con figlioletta. Dopo la funzione una festa in compagnia conclude la giornata e presto giunge l'ora di tornare alle muande; vengono riposti i vestiti della festa ed ognuno torna ai propri doveri che la dura vita di montagna impone." I personaggi sono interpretati da: Lina di Battista, Mario Maggiorotto, Giovanna Bajetto, Valter Boninsegna, Amelia Campassi, Francesca Versino, Valentina Versino, Gabriella Ravazzolo